Il Leone di San Marco: il simbolo di Venezia

Sono tantissimi gli animali, veri o creati dall’uomo, che si possono incontrare in Veneto!

I cavalli sono molto in evidenza, perché sono sempre stati tra i migliori alleati dell'uomo. Cercate i cavalli di San Marco a Venezia (1). Lo sapevi che vengono da Costantinopoli, hanno circa 2000 anni e Napoleone li ha addirittura portati a Parigi? 

Un altro cavallo è a Padova. Realizzato in bronzo dallo scultore fiorentino Donatello, rappresenta Gattamelata (2), famoso condottiero del XV secolo.

Il Leone di San Marco (3) è da sempre il simbolo di Venezia. Il re della giungla è associato a Marco, uno dei quattro evangelisti. I resti del corpo di San Marco si conservano nella basilica che porta il suo nome.

Se vi piacciono i cani (4), andate alla ricerca di questi due cagnolini affrescati dall’artista Veronese sulle pareti di Villa Barbaro a Maser!

 Dopo aver visitato Esapolis (5) a Padova, l’incredibile mondo degli insetti non avrà più segreti per voi. Tra antenne, zampette, corpi coloratissimi e pungiglioni, osserverete con i vostri occhi bachi da seta, api laboriose, ragni misteriosi e un po’ inquietanti e affascinanti mantidi religiose.

Il Museo di Storia Naturale (6) di Venezia racchiude un vero tesoro: uno scheletro di un dinosauro vissuto in Africa occidentale oltre 100 milioni di anni fa e alto ben 7 metri.

Leggere, coloratissime e fragili: sono le farfalle che si possono ammirare nella Casa delle Farfalle (7) a Montegrotto Terme, vicino ai Colli Euganei. Questi splendidi insetti sono liberi di volare all’interno di ambienti che ricreano le foreste dei vari continenti, dall’Amazzonia all’Asia e all’Africa. Andate alla ricerca delle farfalle monarca, le più famose del mondo, delle morpho, con le loro spettacolari ali blu, e delle coloratissime eliconidi.

.

(from My Mini Veneto & Venice)